venerdì 15 giugno 2018

DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA # 62: LOVE/HATE (Wasted In America)

LOVE/HATE   Wasted In America (Columbia, 1992)



 datemi una Y...
“Mamma mamma c’è Gesù Cristo crocefisso lassù”. Forse più di una persona, non solo bambini, quel giorno indicò con il dito quella lettera Y posta così in alto. Qualche mamma spaventata ci avrà pure creduto ma se avessero saputo chi era l’uomo in croce lo stupore (lo spavento) sarebbe stato certamente più grande. Sopra il Mount Lee che domina Los Angeles c’è la lettera Y, è una delle nove lettere che compongono la grande scritta HOLLYWOOD. Il debutto dei LOVE/HATE , BLACK OUT IN THE RED ROOM uscì nel 1990, un disco spaventosamente brutale dove lo street metal losangelino incontrava la rabbia dei reietti del Sunset Strip e lo sporco del vero punk innaffiato da puro Jack Daniels. Un disco epocale degno di stare tra le migliori uscite rock di quel periodo. Il sontuoso contratto con la Columbia doveva essere nuovamente onorato con qualcosa di importante. Almeno della stessa grandezza. Skid, bassista e mente ci mette il disegno di copertina “ è un’immagine impressionistica di una scena avvenuta di fronte al Circus Maximum di New York, dove la polizia ha massacrato di botte un nero” e i testi sempre graffianti e anticonformisti (‘Wasted In America’ si scaglia contro la generazione cresciuta a pane e Tv, ‘Don’t Fuck With Me’ è un inno per l’integrazione razziale sotto forma di ballata, ‘Spit’ è un’allusione sessuale schizzata e senza troppi veli e peli sulla…), il chitarrista Jon E. Love e il batterista Joey Gold si mettono d’impegno per dare una nuova svolta al suono, ora più contaminato (‘Yucca Man’, ‘Time’s Up’) e al passo con i tempi senza rinunciare alla violenza sonora (‘Tranquilizer’) ma pure alla melodia (‘Miss America’) . Il cantante Jizzy Pearl ci mette faccia e voce, la ribellione di chi è cresciuto con dei genitori alcolisti e il marketing pubblicitario: sopra a quella croce posizionata sulla Y di Hollywood c’era proprio lui. Un gesto pubblicitario folle, unico, che finì su tutti i telegiornali americani dell’epoca. Il risultato più immediato furono gli elicotteri della polizia che gli ronzavano intorno come mosche sugli escrementi. Poi l’arresto. I risultati a breve termine furono altalenanti: dopo i tour con AC/DC e Ozzy Osbourne ci fu la rottura con la Columbia e l’uscita di scena del chitarrista Jon E. Love, dentro fino al collo nei suoi loschi affari di droga. Per i Love/Hate ci fu il ritorno all’underground (altri dischi, spesso dimenticati) e alle lotte interne tra Skid e Jizzy Pearl che posero fine a tutto.
Ogni tanto qualcuno punta l’occhio verso il Mont Lee, squadra le lettere della scritta Hollywood senza nessun risultato. Allora meglio guardare le vetrine dei negozi di dischi: è appena uscito il nuovo album di Jizzy Pearl (ALL YOU NEED IS SOUL, anno 2018) che pare riagganciarsi a quel debutto da cui partì tutto.






PUNTATE PRECEDENTI
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #18: BOB DYLAN-Street Legal (1978)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #19- CRAZY HORSE-Crazy Horse (1971)

DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #20-TOM PETTY-Wildflowes/Echo (1994/1999)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #21-NICOLETTE LARSON-Nicolette (1978)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #22-AMERICA-Silent Letter (1979)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #23-ERIC ANDERSEN-Blue River (1972)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #24-BADLANDS-Voodo Highway (1991)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #25-GEORGE HARRISON-Living In The Material World (1973)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA#26: DAVID CROSBY GRAHAM NASH-Wind On The Water (1975)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #27: DICKEY BETTS & GREAT SOUTHERN (1977)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #28: JUNKYARD-Junkyard (1989)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #29: STEPHEN STILLS (1970)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #30: RITMO TRIBALE-Bahamas (1999)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #31: SUZI QUATRO-Suzi Quatro (1973)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #32: BADFINGER (1970)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #33:RONNIE LANE'S SLIM CHANCE    One For The Road (1976)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #34: EDOARDO BENNATO- Edo Rinnegato (1990)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #35: GENE CLARK-White Light (1971)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #36: JOHNNY WINTER-Second Winter (1969)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #37: CAPTAIN BEYOND-Captain Beyond (1972)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #38: ROD STEWART-Every Picture Tells a Story (1972)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #39: GEORGE THOROGOOD & DESTROYERS-Bad To The Bone (1982)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #40: THE ROLLING STONES-Their Satanic Majesties Request (1967)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #41: ALBERTO FORTIS (1979)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #42: NOMADI-Gente Come Noi (1991)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #43: CROSBY, STILLS & NASH-Daylight Again (1982)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #44: TERRY REID (River)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #45: JACKSON BROWNE-Running On Empty (1977)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #46: THE ROLLING STONES-Emotional Rescue (1980)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #47:TOM PETTY-Highway Companion (2006)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #48:STEVE FORBERT-Alive On Arrival (1978)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #49:CRY OF LOVE -Brother (1993)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #50:THE BLACK CROWES-By Your Side (1999 )
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #51: NEIL YOUNG-Re-Ac-Tor (1980)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #52: DUST-Dust (1971)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #53:THE GEORGIA SATELLITES-Open All Night (1988)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #54:LYNYRD SKYNYRD-1991/The Last Rebel (1993)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #55:CHRIS WITLEY-Living With The Law (1991)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #56:BOB DYLAN-Planet Waves (1974)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #57:BOB DYLAN-Infidels (1983)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #58:GRINDERSWITCH-Honest To Goodness (1974)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #59:THE DEL FUEGOS-Boston, Mass. (1985)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #60:BILLY JOEL-Cold Spring Harbor (1971)
DISCHI DA ISOLA AFFOLLATA #61:GRAM PARSONS-G.P. (1973)


 

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina